Pizza Farcita Vietata a Roma per Emergenza Covid-19

Circ. N. 2020/0000047 Polizia Roma Capitale, Pizza Farcita Vietata a Roma per Emergenza Covid-19

Dalla data odierna per i Laboratori di Panificazione di Roma, stando alla circolare N. 2020/0000047 di Polizia Roma Capitale, è vietata la produzione di pizze farcite e prodotti di pasticceria fresca. Rimane la possibilità di produrre pizze bianche con condimenti essenziali, quali olio e rosmarino, pizza semplice rossa, grissini e prodotti di pasticceria secca. La determina è stata giustificata dal fatto che il laboratori di panificazione, da autorizzazione sanitaria, sarebbero già autorizzati a produrre solo quei prodotti.

Questo non vale per i laboratori di Pizza Rustica (le classiche pizzerie a taglio), che però non essendo attività con vendita all’ingrosso sono state chiuse e hanno la possibilità di produrre e vendere solo con consegna a domicilio.

In una lettera di chiarimenti del comandate della Polizia Locale Massimo Ancelotti, la decisione è stata giustificata con la presunta possibilità che produrre pizze farcite avrebbe generato più facilmente assembramenti.

Quest’ultima conclusione ci sembra francamente estremamente opinabile e riteniamo che questo provvedimento vada solo a generare confusione ed ulteriore difficoltà in un momentio già complicato.

Il risultato sarà che i clienti non troveranno più pizze farcite nei supermercati e se vorranno mangiare una bella pizza margherita potranno comunque ordinarla con consegna a domicilio presso pizzerie a taglio o ristoranti.

Invitiamo comunque tutte le attività che producono pizze farcite e pasticceria fresca con vendita all’ingrosso a verificare quanto riportato nella propria autorizzazione sanitaria. La normativa pare infatti riguardare esclusivamente i Laboratori di Panificazione.